Ricostruire la vita nella Divina Volontà - preghiere esempi

ESEMPIO di come RIFARE GLI ATTI nella Divina Volontà (per una miglior comprensione guardarsi le tre catechesi di Don Leonardo Maria Pompei ) Vuol dire che volontariamente e liberamente intendo, per mezzo della SS. Umanità di Gesù, "rifare nella Divina Volontà", ogni attimo e ogni atto della mia esistenza, precisiamo, NON SOSTITUIRE MA "RIFARE"

  • Gesù, vita mia, nella Divina Tua Volontà, voglio unire la mia piccola umanità appena concepita e poi nata, alla Tua piccola Umanità appena concepita e appena nata, così come Tu nascendo l'hai fatto nella Volontà del Tuo Padre Celeste, anch'io voglio nascere e prendere vita nella Volontà di Dio, Padre Tuo e Mio, per ripetere in me tutto quello che hai fatto e vissuto Tu quando sei nato
  • Voglio fondere con il tuo, il mio prendere il latte da mia mamma, e come Tu ad ogni goccio dicevi: "Ti amo Madre mia!", così anch'io intendo ripetere ad ogni goccia di latte che ho succhiato: "Ti amo con la Tua Volontà!"
  • Ad ogni tuo vagito voglio legare e fondere i miei vagiti, per santificare anche il più piccolo filo di voce che è uscito dalla mia gola, e farti compagnia nel tuo tenere pianto.
  • Di ogni respiro, fin dal primissimo che ho fatto, voglio farne una sola cosa con i tuoi respiri, così da respirare fin da appena nato(a), come hai fatto Tu, l'aria purissima e santissima della Volontà del Padre Celeste
  • Ogni sguardo che ho fatto, dal primo all'ultimo che farò, intendo legarli e fonderli tutti nei tuoi sguardi, perchè siano tutti divinizzati dai tuoi occhi e dai tuoi sguardi divini
  • Nemmeno un pensiero voglio che non sia rifatto dalla tua stessa mente, dal primo aprendo gli occhi alla vita, fino all'ultimo pensiero che farò: tutti i miei pensieri voglio che abbiano vita dai tuoi pensieri, dalla tua memoria e dalla tua intelligenza
  • Il Battesimo che mi hanno dato i miei genitori, intendo solennemente e volontariamente, rifarlo, immergendomi nell'acqua della tua Divina Volontà, perchè solo Tu sia il Signore, il Papà, il "Re" della mia vita, ora e sempre
  • Al sonno che hai preso, nella culla appena nato, voglio legare e unire i miei lunghi sonni di bambino(a), santificarli tutti con il tuo riposo, così da non separarmi da Te nemmeno nel dormire. E ora che, non sono più bambino(a), intendo farlo più di allora.
  • Ad ogni passo che hai fatto per camminare, voglio fondere tutti i miei passi di bambino(a), tutti quelli che ho fatto ad ora e tutti quelli che farò fino alla fine della mia vita, con il solo scopo di camminare con i tuoi stessi piedi sulla strada della Tua Adorabile Volontà e passo dopo passo, camminando nei tuoi passi, arrivare fino ai piedi del Divin Padre per donarGli il mio "Ti amo" ininterrotto.
  • Ogni parola pronunciata durante tutta la mia vita, nella Divina Volontà, intendo cambiarla con la tua voce nella mia, in tanti "Ti amo", "Ti adoro!", "Ti ringrazio!", "Ti benedico!"
  • Ai giochi che hai fatto da bambino, intendo unire e fondere i miei giochi di bimbo(a) e di adulto(a), per rifarli tutti con i tuoi, affinchè in tutti risplenda il sigillo del tuo "FIAT" e, scorra in essi, la gioia dei tuoi "trastulli" divini.
  • Al lavoro con il quale hai aiutato S.Giuseppe, intendo fondere il mio lavoro, dal primo che ho fatto nella mia povera vita, fino all'ultimo che farò perchè tutto sia santificato e divinizzato dalla tua Volontà Onnipotente e Tu abbia la gloria di questo atto, come se lo avessi vissuto sempre nel tuo "Fiat" Divino.
  • Tutte le ore di studio, dalla scuola dell'infanzia e fino all'ultima che è stata o che sarà, intendo riviverle e rifarle tutte con la tua intelligenza, e Ti prego di concedermi, oltre alla saggezza del vivere delle cose materiali, anche la Scienza del vivere nel Tuo Divin Volere, proprio come lo hai concesso a tua Mamma e a Luisa
  • Nel cibo che hai preso, voglio unire e fondere il mio atto di prendere il cibo di tutti i giorni, perchè come il cibo materiale nutre il mio corpo, altrettanto Tu mi nutra ogni istante con il Cibo della tua Santissima e Divina Volontà; anzi Ti prego Amor mio, che l'anima mia non conosca altro Cibo all'infuori del tuo Divin Volere.
  • Mio Gesù, voglio dissetare fin dal primo istante di vita, la mia anima, con l'acqua purissima della tua Volontà, e dalla mia nascita alla mia morte corporale, intendo con quest'Acqua Divina, lavare il mio corpo, la mia anima, i miei sensi e la mia volontà umana, da tutto ciò che sa di terra e che non Ti appartiene, così che tutto profumi del tuo Eterno "fiat" Divino.
  • Le mie preghiere, Gesù, sono formule, sono parole vuote e senza voce, per questo voglio farne una sola cosa con le tue preghiere, così che le mie, prendano la tua stessa voce, la tua stessa santità, il tuo stesso amore e la tua stessa potenza.
  • Tutti gli affetti, i sentimenti, i miei amori, i miei desideri di donna o di uomo, nella Divina Volontà, intendo rifarli e riviverli tutti con i tuoi stessi desideri, con i tuoi stessi affetti, con i tuoi stessi amori e sentimenti di Gesù, Figlio di Dio, perchè tu possa trovare nel mio niente, il tuo tutto che vive la tua stessa vita
  • Anche la S. Cresima intendo rifarla nella tua Divina Volontà, perchè nella fronte dell'anima mia sia chiaro e forte lo "Stemma" del tuo "Fiat" SS. e Onnipotente
  • Tutte le S. Comunioni che ho fatto e che farò, intendo rifarle con la tua SS. Umanità nella mia, fuso nella tua Divina Volontà, in modo da riceverti nel mio nulla con il tuo Tutto, in modo da avere nel mio cuore il tuo stesso Cuore di Dio che Ti riceve.
  • Tutte le celebrazioni, cerimonie, adorazioni e atti di pietà vissute e che vivrò, intendo rifarli nella Divina Volontà, con la tua stessa SS. Umanità, come se a celebrare, ad adorare e a compiere gli atti di virtù e di pietà ci fossi sempre Tu a viverli e farli in me
  • Il matrimonio che abbiamo celebrato davanti all'altare in chiesa alla presenza del tuo sacerdote, intendo "rifarlo", ricelebrarlo, per legare le vite mia e di mia moglie (mio marito) con le catene d'oro purissimo della tua Volontà Divina, perchè sia come Tu l'hai pensato e voluto fin dall'origine della vita.
  • La mia ordinazione sacerdotale o di consacrato o consacrata, voglio rifarla prendendo in me come vita la tua SS. Umanità, perchè possa ripetere nel mio nulla la tua stessa vita sacerdotale che è in Te
  • Al primo palpito che ha avuto il mio cuore intendo legare il palpito di Vita Eterna che ha avuto vita nel tuo Cuore, e senza lasciarne nemmeno uno, intendo rifare tutti i miei palpiti, con i tuoi SS. palpiti, fino all'ultimo palpito che farò, quando, alla fine del mio pellegrinaggio, mi chiamerai per unirmi per sempre al tuo Palpito di Dio, da dove sono uscito il giorno del mio concepimento.
  • Tutti i miei pensieri, fin dal primo che la mia piccola mente ha fatto, voglio fonderli nei tuoi pensieri, perchè, anche a volerlo, non possa fare mai un pensiero che sia, anche solo minimamente, diverso dal tuo, e, così, ogni mio pensiero porti l'impronta del "Fiat Voluntas Tua".
  • Ogni sofferenza ogni dolore fisico o spirituale che Mi hai donato, e che mi vorrai donare, ogni fatica vissuta e che vivrò, intendo unirle tutte, tutte alle tue sofferenze, ai tuoi dolori, alle tue lacrime, alle tue piaghe e alle tue fatiche, perchè, come Tu mi hai promesso, diventino una sola cosa con le tue, e così Tu le possa usare a bene dell'anima e di tutte le anime dell'intera umana famiglia. Perdonami l'ardire, mio Gesù, ma sei Tu che me lo insegni!
  • Amato mio Bene, anche la gioia e la felicità se sono vissute nella Divina Volontà, hanno valore, forza e santità infinita. Per questo intendo unire tutti i momenti di gioia e di felicità che mi hai donato e mi donerai, fino all'ultima che vivrò da pellegrino (a), alla gioia e alla felicità che ha come sede il Tuo Sacratissimo Cuore, per gioire, io, della tua gioia e della tua felicità e Tu gioisca della mia gioia e della mia felicità vissute nella tua
  • Anche la mia morte intendo unirla e fonderla nella Tua Morte di Croce; e come per la mia morte corporale, anche la morte che, in ogni atto intendo dare alla mia volontà libera per crocifiggerla in Te, intendo seppellirla nel tuo Cuore insieme a tutta la mia vita perchè non abbia alito di vita, se non nella tua Divina Volontà.
  • E come ho sepolto nel tuo Cuore tutto(a) me stesso(a), anima, corpo, spirito e volontà, così, fuso(a) e unito(a) alla tua SS. Umanità, nella tua Divina Volontà, intendo risorgere nella tua Risurrezione alla vita del Divin Volere, per scomparire per sempre dentro di Te, a gloria del Padre, Tua, Gesù e dello Spirito Santo.
  • Se ho dimenticato qualche attimo o atto della mia esistenza, li metto e li rifaccio tutti per mezzo della tua vita.
  • Tu, mio dolce Gesù, hai già vissuto tutta la mia storia, l'hai vissuta come avresti voluto che io la avessi vissuta; bene Amor Mio, quella stessa vita che hai vissuto Tu per me, intendo farla tutta mia, e senza farmi sfuggire nemmeno un atto di quelli che hai vissuto Tu per me, intendo ripeterla, istante per istante, atto per atto e palpito per palpito nella mia stessa vita, per la sola tua gloria e per il trionfo del tuo "Fiat"..


Ecco mio Gesù, ora sono una creatura nuova, sono quella creatura che hai pensato e amato fin da sempre, e per rimanere tale mi chiudo liberamente nella tua Volontà, prigioniero del tuo Cuore e le chiavi le dò a nostra Mamma perchè le custodisca Lei quale Regina del tuo Regno.

Nessun commento:

Posta un commento